Io non sono per niente una persona facile. Io non sono di quelle spigliate che fanno colpo subito, io ho bisogno di essere scavata. Io sono i sorrisi semplici, sono le battute stupide, sono i capelli sempre fuori posto e gli occhi lucidi per niente. Sono tante cose, davvero. Solo che non lo do a vedere, e forse sbaglio. Sbaglio perché al giorno d’oggi piacciono di più le persone che saltano subito fuori, mentre quelle come me restano in un angolo. Soltanto che io non voglio essere come loro, proprio non ce la faccio. Io devo essere me. - Ps. I love you
"Ti trasformano in un mostro e ti chiedono pure di tornare come prima.”
— (via lasolitasfortuna)
"A me è successo questo: non sono riuscito a fare finta di niente, non volevo, in fondo. Non potevo far altro che cercare di portarti con me, dal profondo, per egoismo quasi, per farmi stare bene. Anche se sapevo di non potere. Anche se era rischioso. Anche se tu non vuoi, anche se, infine, la tua felicità non dipende da me.
E non posso fare a meno di chiedertelo di nuovo. Solo per essere sicuro.
Verresti?”
— Italo Calvino, Prima che tu dica pronto. (via egoteque)
"And I hate to say you I want you, when you make it so clear you don’t want me.
I’d never asked you ‘cause deep down I’m certain, I know what you’d say.
You’d say: I’m sorry, believe me, I love you, but not in that way.
And I hate to say you I need you.
I’m so reliant, I’m so dependant, I’m such a fool.”
— Sam Smith, Not in that way.
©